Bévera, tra oliveti e stelle alpine

Roya-Bévéra

Tra gli oliveti di Breil e Sospel e le stelle alpine del Colle di Tenda c'è un filo d'acqua lungo 60 km, teso tra il Mediterraneo e le Alpi: è la Val Roya, terra mitenca, terra di mezzo tra l'Italia e la Francia, antica via di passaggio per pastori, mercanti, pellegrini, soldati e contrabbandieri. Santuario preistorico per gli antichi pastori transumanti, oggi mecca degli archeologi contemporanei, i Valloni delle Meraviglie e di Fontanalba, con oltre 40.000 graffiti rupestri costituiscono uno dei più grandi siti alpini di incisioni a cielo aperto.

A monte di Sospel, si apre la Valle della Bévéra, terra di boschi e di pastori. Il Colle di Turini è ambito dai ciclisti che amano l'asfalto, mentre un'escursione sul vicino Massiccio dell'Authion soddisfa gli appassionati di botanica e di fortificazioni. Bastione difensivo a 2000 m di quota, l'Authion è un vero e proprio belvedere militare, dove di succedono strutture ottocentesche e opere della linea Maginot Alpina.

Indirizzi utili »


Breil-sur-Roya

» Quota: 300m. / Abitanti: 2117

Da vedere

il grande uliveto che circonda il paese rendendolo unico, l'ambiente mediterraneo, le facciate delle case e le decorazioni a trompe-l'œil, ereditate dall'architettura ligure, la chiesa di Sancta Maria in Albis, testimonianza dell'arte barocca della fine del XVII secolo e la Porte de Gênes.

Sport

Con un terzo del territorio inserito nel Parco Nazionale del Mercantour, Breil propone numerose escursioni. Il Roya, i suoi affluenti e il suo specchio d'acqua offrono occasioni eccezionali per praticare gli sport d'acquaviva.

Per informazioni

contatti: Office de tourisme +33 (0)4 93 04 99 76 - fax +33 (0)4 93 04 99 81
email: tourismebreilsurroya@wanadoo.fr
sito internet: www.breil-sur-roya.fr


Fontan

» Quota: m. / Abitanti:

Da vedere

la chiesa di Notre Dame de la Visitation (XVII secolo), classificata monumento storico, con il suo campanile barocco dalle tegole smaltate, la cappella di Saint-Bernardin e le facciate a trompe-l'oeil delle case, caratteristiche dell'architettura ligure.

Sport

Appollaiate a 800m di altitudine, le borgate di Bergue offrono un panorama eccezionale sulla valle del Roya. Itinerari escursionistici a piedi conducono alla scoperta dei magnifici boschi e dell'altopiano della Ceva, punteggiato di forme di erosione carsica, in particolare di doline, e compreso nel Parco nazionale del Mercantour.

Per informazioni

contatti: Comune +33 (0)4.93.04.50.01 - fax +33 (0)4.93.04.53.02
email: mairiedefontan@wanadoo.fr
sito internet: www.fontan-tourisme.com


Moulinet

» Quota: 800m. / Abitanti: 215

Da vedere

la cappella romanica di Notre Dame de la Menour, appollaiata su un roccione che domina le gole della Bevera e la strada del rally di Monte Carlo, classificata e a cui si accede tramite uno scalone monumentale, la ghiacciaia del Seuillet, uno dei sette siti di produzione e stoccaggio di ghiaccio sul territorio di Moulinet tra il XIX e il XX secolo, il carro, eretto al centro delle rovine delle caserme di Cabanes-Vieilles e i forti dell'Authion, situati sull'omonimo massiccio, la cappella di Saint-Michel e la chiesa di Saint-Bernard, del XVI secolo.

Sport

Escursioni contrastate portano all'altopiano di Longon, al monte Mounier et agli alpeggi del colle della Couillole; percorrendoli si può avere l'occasione di osservare i gipeti barbuti in volo, essendo proprio questo il comune in cui è stata realizzata l'operazione di reintroduzione del rapace. In inverno, la stazione sciistica di Buisses offre la possibilità di praticare lo sci alpino e di fondo in un ambiente familiare, mentre il comune si è diversificato quanto ad attività estive, con un centro mountain-bike, una via ferrata, l'arrampicata, il canyoning e dei sentieri patrimonio.

Per informazioni

contatti: Comune +33 (0)4 93 04 80 07 - fax +33 (0)4 93 04 81 93
email: secretaire.moulinet@wanadoo.fr
sito internet: moulinet.net


Saorge

» Quota: 600m. / Abitanti: 431

Da vedere

i numerosi edifici religiosi classificati, in particolare le cappelle dei Pénitents, la chiesa di Saint Sauveur (XV secolo), il Monastero di Saorge, ex convento dei Francescani del XVII secolo, oggi trasformato in museo, la cappella di Sainte Marie del Poggio, in stile romanico, caratterizzata da un alto campanile di sei piani, di fattura longobarda, costruito all'inizio del XVI secolo, e le alte case del XV e XVII secolo, due begli esempi dell'architettura ligure.

Sport

In piena natura, è possibile scegliere tra l'escursionismo, in particolare nella valle del Caïros, dove i“casouns", piccole case dal tetto a volta, punteggiano i campi, gli sport d'acquaviva sul Roya e il canyoning sul Bendola.

Per informazioni

contatti: Comune +33 (0)4 93 04 51 23 - fax +33 (0)4 93 04 55 25
email: mairie.saorge@wanadoo.fr
sito internet: www.saorge.fr


Sospel

» Quota: 350m. / Abitanti: 3520

Da vedere

Il Pont Vieux (XIII secolo), che ha svolto la funzione di posto di pedaggio tra il Piemonte e il Mediterraneo della famosa strada reale del sale tra Nizza e Torino, la cattedrale di Saint-Michel, di stile barocco, in cui è conservato un retablo realizzato da Francesco Brea, membro di una famiglia di pittori nizzardi del XV e inizio XVI secolo, la piazza Saint-Nicolas, con le sue case antiche e la pavimentazione in ciottoli colorati, il forte Saint-Roch, che faceva parte della linea Maginot delle Alpi, costruita negli anni '30

Sport

In estate, oltre alle passeggiate nel bacino di Sospel, il forte Saint-Roch, appartenente alla linea Maginot, propone due musei, e le fortificazioni del monte Barbonnet offrono visite guidate sulla battaglia delle ALpi del giugno 1940. Sole, condizioni aerologiche e dislivelli creano famosi "spot" di volo libero.

Per informazioni

contatti: Office de tourisme +33 (0)4 93 04 15 80 - fax +33 (0)4 93 04 19 96
email: sospel-tourisme@wanadoo.fr
sito internet: www.sospel-tourisme.com


Tende

» Quota: m. / Abitanti:

Da vedere

la città vecchia, con le sue stradine strette, così particolare nell'ambiente montano, in cui alcune case risalgono al XV secolo, l'ex collegiata di Notre-Dame (XVI secolo), classificata, la cappella di Saint-Sauveur (XIV secolo), di stile romanico, e la borgata di Casterino, "porta" del Parco nazionale del Mercantour.

Sport

Oltre l'accoglienza di Casterino che, in inverno, diventa il punto di partenza di escursioni con gli sci di fondo, tre rifugi infiorano il sito delle Meraviglie.

Per informazioni

contatti: Comune +33 (0)4 93 04 35 00 - fax +33 (0)4 93 04 35 09
email: maire.tende@fr.oleane.com
sito internet: www.tende.fr


Parco naturale Alpi Marittime - Piazza Regina Elena, 30 - 12010 Valdieri (CN) Italia. P.IVA: 01797320049 C.F.: 96009220045 | Privacy | Cookie