Comunicazione ed educazione

La ricchezza biologica del territorio transfrontaliero Marittime Mercantour è patrimonio di tutti, ed è di fondamentale importanza per progetti come l’Inventario Biologico Generalizzato garantire un’ampia diffusione dei risultati ottenuti e permettere un forte coinvolgimento da parte della comunità scientifica e non, e soprattutto su scala locale.

Infatti, affinché tutto ciò che è stato avviato, e raggiunto fin’ora, con l’Inventario non resti solamente a conoscenza di pochi, sono state e saranno ancora sviluppate attività di sensibilizzazione ed educazione con l’obiettivo di:

  • sensibilizzare il pubblico alla scienza, tassonomia e biodiversità attraverso le attività dell’Inventario Biologico Generalizzato;
  • sviluppare nuovi modelli educativi di educazione scientifica;
  • ispirare, sviluppare e coinvolgere “nuove menti” nel mondo scientifico;
  • diventare il legame tra il mondo scientifico e il pubblico generico.

La collaborazione con il Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino ha permesso la realizzazione di diverse iniziative per avvicinare il pubblico al mondo della ricerca. L’attenzione del progetto è rivolta sia alla scuola dell’obbligo, sia agli ambienti universitari. Nel 2009, infatti, il Parco Naturale Alpi Marittime ha impostato un percorso educativo e didattico “Biodiversità in valle Gesso” con le scuole primarie locali attraverso il coinvolgimento di alcuni ricercatori che prendono parte alle attività del progetto di Inventario, del Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino e del personale del Parco delle Alpi Marittime.

Con questa iniziativa si vuole permettere ai ragazzi di indagare le caratteristiche della diversità naturale tipiche del territorio Marittime Mercantour, comunicare le esperienze svolte attraverso la realizzazione di poster scientifici o l’uso di programmi multimediali. L’iniziativa ha riscosso molto successo ed ha permesso ai giovani abitanti della Valle Gesso di conoscere meglio il loro territorio e di avvicinarsi a realtà fino a pochi anni fa sconosciute.

Per i più grandi, è stato ritenuto importante coinvolgere “nuove menti” nel mondo scientifico per far loro conoscere, e nel futuro gestire in modo appropriato il patrimonio naturale. Sulla scia delle positive esperienze formative messe in atto nel 2008, 2009 e 2010 da EDIT (WP8) con le Summer School in tassonomia, il Parc du Mercantour e il Parco Alpi Marittime hanno portato avanti l’iniziativa dedicata a studenti universitari (MSc e PhD) dando alle tematiche affrontate un taglio fortemente applicativo e gestionale. Il PIT ha inoltre aperto la possibilità di partecipare ad un numero limitato di partecipanti già laureati e attivi nell’abito della ricerca e/o della tutela delle risorse naturali.

L’Inventario ha visto la realizzazione di tre Summer School, due nel Parco Alpi Marittime e una nel Parc du Mercantour, a cui hanno partecipato in totale 51 studenti provenienti da tutto il mondo, sotto l’esperta guida di 26 docenti, ecologi e tassonomi provenienti da tutta Europa. I temi affrontati sono stati molteplici, ed hanno cercato di coprire le tante problematiche inerenti il monitoraggio e la tutela della biodiversità terrestre ed acquatica non solo in ambito alpino, ma anche in altri territorio soggetti alla pressione antropica.

Con l’Inventario Biologico Generalizzato è stata colta l’occasione di presentare il territorio Marittime Mercantour (e le iniziative in ambito scientifico e educativo) in contesti più o meno strettamente scientifici, presentando comunicazioni orali e poster, come ad esempio in occasione del Butterfly Conservation VI International Symposium, University of Reading, tenutosi a marzo 2010. In particolare ricordiamo un evento di grande rilevanza per il progetto di Inventario, cioè la partecipazione all’ATBI Annual Conference, Tennessee USA, tra il 7 e il 9 aprile 2011. Infatti, ogni anno, da ormai 14 anni, la Onlus Discover Life In America (DLIA) organizza una conferenza che permette di portare alla luce le recenti ricerche in ambito ecologico volte a comprendere, gestire e tutelare la ricchezza in biodiversità del Parco Nazionale delle Great Smoky Mountains (GSMNP) e dei territori limitrofi.

Il Parc National du Mercantour e il Parco Naturale Alpi Marittime sono stati invitati a presentare le loro esperienze nella gestione del progetto ATBI, il primo ad essere sviluppato in Europa. È stato interessante poter confrontare i diversi approcci attivati dai progetti ATBI americani ed europei, e capire come un progetto come quello americano possa essere finanziato in modo continuativo e abbia potuto espandersi in altri stati nei suoi 14 anni di attività.

Nell’ambito di un’ampia mostra sulla biodiversità dal titolo “Un futuro Diverso - Salvare la biodiversità per salvare il Pianeta” realizzata presso il Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino nel 2010, è stata ricavata una sezione itinerante dedicata al progetto Inventario Biologico Generalizzato, intitolata “Taxon – Da Linneo all’inventario biologico delle Alpi Marittime e del Mercantour”. La mostra è composta da 60 scatti fotografici di Francesco Tomasinelli e Philippe Richaud e da un filmato di Roberto Tibaldi che raccontano il progetto dell’inventario attraverso immagini di ricercatori che hanno partecipato alle attività e bellissime immagini di piante, animali e paesaggi del territorio Marittime-Mercantour. La mostra è esposta presso la Galerie des Pechêurs al Principato di Monaco (30 giugno – 2 settembre), a ricordare lo stretto legame tra la Fondazione Alberto II e l'inventario Biologico Generalizzato, e nell’inverno 2012 sarà accolta dal Museum für Naturkunde di Berlino, uno dei principali partner di EDIT.

Parallelamente l’Inventario Biologico Generalizzato, sempre attraverso le immagini di Tomesinelli e Richaud, è stato inserito all’interno la mostra “Inventari senza frontiere” insieme ad altri progetti di inventario. Questa mostra fotografica concepita nel 2010 dai due parchi e dal Muséum national d’Histoire naturelle di Parigi, è stata esposta lungo il Jardin des Plantes del Museo e al Jardin Val Ramey a Mentone, con l’obiettivo di illustrare gli inventari della biodiversità realizzati in diverse aree del Pianeta.

Dall’inizio dell’ATBI, oltre trenta articoli scientifici sono stati pubblicati da parte degli esperti tassonomi coinvolti nell’inventario. Numerose sono anche le relazioni di tesi realizzate da studenti universitari (master e dottoranti) che, con la guida di tutor coinvolti nell’Inventario Biologico Generalizzato, si sono impegnati nella raccolta delle specie e in molteplici indagini genetiche ed ecologiche.

Per maggiori informazioni sulle ricerche e per i riferimenti delle pubblicazioni scientifiche e divulgative realizzate nell’ambito del progetto, vi invitiamo a contattare:

Luca Giraudo
Parco naturale Alpi Marittime
Sede operativa di Entracque
Settore Vicedirezione-Servizi Tecnico, Vigilanza e Conservazione
Strada Provinciale per San Giacomo, 12
12010 Entracque (CN) Italia
luca.giraudo@parcoalpimarittime.it
tel.: +39 0171 978809
fax: +39 0171 978921

Marie-France Leccia
Parc National du Mercantour
Coordinatore Inventario Biologico Generalizzato - Mercantour
23 rue d'Italie
CS 51316
06006 NICE Cedex 1 Francia
Tel : +33 (0)4 93 16 56 95 / +33 (0)6 34 47 68 07
Mail : marie-france.leccia@mercantour-parcnational.fr


Parco naturale Alpi Marittime - Piazza Regina Elena, 30 - 12010 Valdieri (CN) Italia. P.IVA: 01797320049 C.F.: 96009220045 | Privacy | Cookie