Istruzioni per l’uso

La joëlette

La joëlette è una carrozzina mono-ruota adatta a qualunque tipo di terreno, purché non troppo inclinato o accidentato, che permette alle persone con mobilità ridotta (adulti o bambini) di effettuare una passeggiata o un’escursione con l’aiuto di almeno quattro accompagnatori in buona condizione fisica. Prende il nome dal suo inventore, Joël Claudel, che ideò tale mezzo di trasporto per continuare a portare in montagna il nipote colpito da una miopatia.

Sul lato francese, da tempo il Parco del Mercantour si è dotato di joëlette. Su quello italiano, nel 2011 la Comunità Montana delle Alpi del Mare ha acquistato, grazie ai fondi europei del programma Alcotra 2007-2013, due joëlette attualmente in gestione al Parco delle Alpi Marittime, che le mette a disposizione di privati e associazioni presso il Centro faunistico “Uomini e lupi” e presso il Centro visita delle Terme di Valdieri. Il personale di accoglienza degli uffici turistici è a disposizione per mostrare il funzionamento della joëlette; alcune raccomandazioni sono però da tenere in considerazione.

Accompagnatori: forti e affiatati

L’accompagnatore anteriore ha il ruolo principale nell’assicurare la trazione della carrozzina utilizzando una cinghia specifica; inoltre contribuisce a mantenere in equilibrio la joëlette e ad aiutare nel superamento degli ostacoli.

L’accompagnatore posteriore assicura l’equilibrio generale del mezzo evitando di far oscillare il peso verso la parte anteriore o verso quella posteriore; partecipa alla trazione e assicura la frenata della joëlette (maniglia del freno).

Gli altri due accompagnatori si posizionano generalmente accanto al passeggero per aver cura della sua comodità; aiutano a superare gli ostacoli e spingono in caso di salite.

È consigliato che gli accompagnatori si diano il cambio nei differenti ruoli in modo che la gita resti un piacere per tutti. Non bisogna dimenticare che la joëlette si usa in cinque (il passeggero e i quattro accompagnatori), e l’attenzione deve essere sempre concentrata sul trasportato.

Nota: in caso di forte pendenza, alcuni accompagnatori supplementari possono aiutare nella trazione della joëlette utilizzando le cinghie presenti nella parte anteriore della carrozzina.

Parola d’ordine: comfort

Il passeggero deve essere sistemato in modo comodo, affinché la passeggiata possa essere realmente piacevole. Si dovrà fare attenzione a stringere bene la cintura di sicurezza sulla vita e sui piedi del passeggero. È presente una cinghia supplementare, da posizionare all’altezza delle spalle, per mantenere il busto diritto se la persona si sostiene con difficoltà. Sempre a vantaggio di un assetto comodo e confortevole, potranno essere scelte tre inclinazioni dello schienale e tre posizioni differenti per la regolazione degli ammortizzatori (agile, media o dura).

Fermarsi: la stabilità della joëlette

Per fermarsi, è bene individuare un terreno pianeggiante e di buona consistenza, e fare attenzione a posizionare bene gli stabilizzatori posteriori.


Parco naturale Alpi Marittime - Piazza Regina Elena, 30 - 12010 Valdieri (CN) Italia. P.IVA: 01797320049 C.F.: 96009220045 | Privacy | Cookie