Api del territorio

Diversità e impollinazione

Gli impollinatori selvatici sono ancora un ambito abbastanza sconosciuto della biodiversità, sia per l'esiguo numero di specialisti che se ne occupano sia per la complessità delle interazioni tra queste specie e gli ambienti che occupano. L'impollinazione, invece, svolge un ruolo fondamentale per la conservazione degli habitat, e in particolare di quelli agropastorali.

Questa è la ragione che ha spinto il Parco europeo Alpi Marittime Mercantour, a occuparsi dell'argomento, con il Progetto Api del territorio: diversità e impollinazione. Iniziativa di alto valore scientifico che si avvale del sostegno finanziario della Fondazione Principe Alberto II di Monaco e del Governo del Principato.

Il progetto si pone due obiettivi. Il primo è di avere un'idea più precisa della diversità delle api selvatiche all'interno del territorio transfrontaliero Marittime Mercantour. Una parte è già stata oggetto di inventari, grazie ai quali si è potuto verificare che un terzo delle api d'Europa si rifugia sulle nostre montagne, mentre la maggior parte di esso non ha ancora potuto beneficiare delle prospezioni e la comprensione della ripartizione e dell'ecologia delle diverse specie non è completa. È quindi probabile che questo progetto permetterà di effettuare nuove scoperte.

Il secondo obiettivo di progetto consiste nel comprendere meglio le interazioni tra i prati da taglio, ambienti patrimoniali in forte regressione sui nostri territori, e le api selvatiche.
Sembra che i prati da taglio siano habitat di accoglienza estremamente favorevoli per le api selvatiche, che potrebbero a loro volta garantirne l'impollinazione, e quindi contribuire alla loro conservazione.

Sito realizzato nell'ambito del PIT "Spazio transfrontaliero Marittime Mercantour" Programma ALCOTRA 2007-2013 e rivisto e aggiornato con il progetto: